Correzione bozze

Cosa è?

Uno scrittore si preoccupa dei contenuti e dello stile, spesso – anche con le migliori intenzioni – durante la correzione bozze non vede gli errori di battitura e di punteggiatura. Sono aspetti fondamentali che purtroppo scappano a chi scrive perché l’autore è il peggior correttore bozze di se stesso: quando legge, guarda soprattutto al filo logico, cioè al contenuto.

Al contrario, un correttore di bozze si concentra sulle lettere che compongono le parole e sulla correttezza delle informazioni. Il suo compito, infatti, non è capire il senso di una frase, ma esaminarla per individuare errori di battitura e refusi tipografici, errori grammaticali e sintattici, errori di contenuto (per esempio una data sbagliata o il nome di una località errato) e infine errori di impaginazione.

La correzione bozze è un lavoro che richiede talento e concentrazione: perché il cervello tende ad aggiustare gli errori per favorire la comprensione di un testo. Un correttore bozze sa “spegnere” questo meccanismo naturale attraverso una lettura lenta e analitica.

Per una buona correzione bozze è necessario che si dedichino al testo due correttori bozze perché solo due controlli attenti possono garantire la massima precisione e accuratezza nell’esecuzione del lavoro.

Per chi?

Autori esordienti
Scrittori
Selfpublisher
Editori
Agenzie Letterarie
Professionisti
Aziende
Valutazione testi

Leggere e analizzare un testo significa ascoltare la “voce” dell’autore, mettendone a fuoco l’identità, per capire se il suo lavoro ha delle potenzialità editoriali.

Vedi
Editing

Un editore cerca proposte editoriali che richiedano soltanto una lieve revisione. Un editing può quindi aumentare le possibilità che un testo venga pubblicato.

Vedi
Ghostwriting

Chi non possiede le competenze per raccontare una storia, ma ha le idee e i contenuti ha bisogno di affidarsi a un professionista capace di metterli nero su bianco.

Vedi

Stai guardando

Correzione bozze

Agenzie letterarie

Un libro per essere pubblicato, prima ancora di un editore, ha bisogno della competenza di un agente letterario che sappia tutelare l’autore e proporre il testo alle case editrici.

Vedi
Promozione

Far sapere agli addetti ai lavori – giornalisti culturali e blogger – e ai lettori che un libro esiste non è un dettaglio. Saper comunicare in rete e sui social è fondamentale.

Vedi
Selfpublishing

Essere liberi di mettersi alla prova ed entrare nel mercato senza l’intermediazione di un editore non significa rinunciare alla professionalità della filiera editoriale.

Vedi
Copywriting

Scrivere un testo per il proprio sito, per la pagina Facebook, creare un post per un blog: non si tratta soltanto di scegliere i contenuti giusti per i propri clienti.

Vedi